Home
NUOVA PUBBLICAZIONE POETICA PER IL NOSTRO DON ! Stampa E-mail

NOMEN OMEN: stavolta si tratta di una raccolta di poesie scritte da Fabrizio Centofanti nel corso degli anni dedicati alla sua passione per l'ars poetica.

Commenta su Neobar il suo amico poeta, scrittore, critico letterario Augusto Benemeglio :
"Per uno come lui, abituato a indagare nelle faccende dell’anima e nello scandalo dei sentimenti , oggi, in relazione allo squallore dei tempi , alla miseria e alla violenza dei giorni, “quando i nomi delle cose sono lampi,/coltelli che s’imbrattano di sangue (pag.50) , tutto si fa attualità , cronaca viva, pioggia densa scura come il sangue//tra le rovine intrise di catrame (pag.83). Ed ecco la morte di Vittorio Arrigoni, l’utopia della pace, e i cecchini israeliani, il fora di ball leghista per i sepolti dentro l’acqua senza un nome, i trecento migranti annegati in un sogno di accoglienza (pag.106), lo Tsunami giapponese, la morte di Simoncelli il ragazzo dai riccioli di stelle, gli eroi di Fukushima."

Il volume, edito da Photocity (euro 12), con introduzione del Prof. Giuseppe Panella, verrà presentato domenica 13 maggio 2012 alle ore 17 presso il nostro Centro giovanile.

Alcune recensioni sono già presenti on line, ad esempio nel blog La poesia e lo spirito co-fondato da don Fabrizio stesso ed in altri, quali Neobar , Il giardino dei poeti e lib(e)ro libro .

Chi volesse acquistarne una copia per beneficenza potrà farlo domenica stessa.

Qui i versi che danno il titolo alla raccolta:

Nomen omen

facile dire l’oltre nominare sentire gocce contro la tua pelle e dichiarare: è pioggia oppure fare finta di partire e dire: è fuga che non esista un ultimo ricordo e che la terra autonoma decida il nome e il fatto e il fato di quell’acqua e il rovinare sordo delle scarpe lo stesso schianto turgido del bacio che nella sera nutre il destinato nome l’esoso nume del rapporto il tuo calore il corpo che si placa l’acqua e la pioggia l’umida incavata risuona appena l’unico barlume
(Rif. Pagina 81)